Ginecologia e ostetricia a Roma Zona Piazza Vescovio

  •  

Sei qui: Homepage > Omeopatia in Gravidanza

OMEOPATIA IN GRAVIDANZA

Durante la gravidanza la donna ricerca uno stato di salute generale, evitando il più possibile l'uso di farmaci e rivolgendosi con maggiore enfasi e interesse a terapie alternative che non arrechino danni a sé e al proprio bambino. L'Omeopatia può rappresentare un valido aiuto in molte problematiche che la donna in gravidanza può trovarsi ad affrontare quotidianamente.
Segue un breve elenco in ordine alfabetico dei disturbi più frequenti in gravidanza con alcuni suggerimenti sui rimedi utilizzabili nella fattispecie.



Aborto (minaccia d'aborto) in associazione al riposo può aiutare l'uso di
- Luteinum (sempre; eventualmente in associazione ai seguenti)
- Arnica montana (nelle emorragie con sangue rosso vivo, piccoli coaguli)
- Sabina (perdite ematiche rosso vivo brillante con dolori che si irradiano dalla vagina all'utero; il movimento peggiora, il fresco migliora)
- Secale cornuta (sangue scarso, nerastro, con violente contrazioni dell'utero; pallore cute fredda, sensazione di bruciore interno; caldo e movimento peggiorano; fresco migliora)
- China rubra (scarse perdite ematiche scure; astenia severa)
- Cuprum metallicum (quando i dolori sono crampiformi)

Allergia (oculorinite allergica)
- Poumon histamine ( nell'allergia delle vie respiratorie e cutanea)
- Allium cepa ( secrezione nasale acquosa, abbondante; lacrimazione non irritante; starnuti e tosse spasmodica che peggiorano in ambiente caldo e migliorano all'aria aperta.
- Apis mellifica (rinocongiuntivite allergica; ostruzione nasale con scarsa secrezione, assenza di lacrimazione)
- Euphrasia officinalis (congiuntivite allergica e rinite vasomotoria, con secrezione nasale abbondante non irritante; lacrimazione abbondante e irritante; senzazione di sabbia negli occhi; migliora all'oscurità)
- Sabadilla (rinite allergica con starnuti spasmodici; senso di prurito in gola; lacrimazione e rinorrea non irritanti)

Anemia
- Ferrum metallicum (animia ipocromica, sideropenica)

Angina ( faringotonsillite) senza tralasciare in alcuni casi la necessità di assumere un antibiotico compatibile con lo stato gravidico
- Apis mellifica ( faringotonsillite eritematosa, con edema dell'ugola, dolori brucianti puntori; assenza di sete, migliora con il freddo)
- Belladonna (faringotonsillite eritematosa di colore rosso vivo, febbre con sudorazione abbondante)
- Mercurius solubilis (faringotonsillite eritematosa con false membrane; linfoadenopatia; lingua a carta geografica; sete intensa; alitosi; ipersalivazione, dolore alla deglutizione)
- Phytolacca (faringotonsillite eritematosa rosso scuro, con o senza false membrane; linfoadenopatia; dolore irradiato alle orecchie)

Ansia
- Gelsemium sempervirens (ansia anticipatoria, con sensazione di inibizione paralizzante; tremori; cefalee muscolotensive; emicrania oftalmica, insonnia, diarree emotive).
- Ignatia amara (ansia con depressione; respiro corto; nodo in gola; colite spastica, umore instabile; migliora distraendosi)
- Argentum nitricum (ansia con agitazione febbrile; frettolosità; diarree emotive; vertigini; gastrite)
- Aconitum napellus (agitazione con angoscia acuta; crisi di panico; paura di morire; palpitazioni)
- Arsenicum album (ansia anticipatoria con angoscia e inquietudine; agitazione con prostrazione; peggiora dall'1 alle 3 di notte).

Cefalea
- Cyclamen (emicrania oftalmica; cefalea mattutina, al risveglio, preceduta da turbe visive con scintillii)
- Iris versicolor (emicranie oftalmiche periodiche precedute da annebbiamento della vista; cefalea frontale; bruciori gastrici)
- Belladonna (cefalea pulsante, viso arrossato e sudato)
- Nux vomica (cefalea digestiva con sonnolenza; cefalea frontale mattutina dopo abusi alimentari)

Cistite (non dimenticate di aumentare l'apporto idrico, migliorare la flora microbica intestinale e se necessario assumere l'antibiotico)
- Cantharis (costante desiderio di urinare, dolore violento, bruciante prima e dopo la minzione; urine chiare o ematuria)
- Mercurius solubilis ( dolore durante la minzione, con tracce di sangue nelle urine e urine mucopururente)
- Arsenicum album (dolore bruciante alla minzione, con freddolosità agitazione e sete; peggiora con il freddo, migliora con le applicazioni calde)
- Terebenthina (minzione frequente e dolorosa)

Cloasma (si associano creme a schermo totale durante l'esposizione al sole)
- Sepia officinalis

Contrazioni
- Caulophyllum (contrazioni violente irregolari, minaccia di parto prematuro)
- Viburnum opulus (nelle contrazioni da minaccia d'aborto)
- Sabina (contrazioni con dolori che si irradiano dal sacro al pube)
- Chamomilla (contrazioni irregolari)
- Sepia (contrazioni che determinano pesantezza lombosacrale)

Crampi
- Cuprum metallicum ( crampi alle estremità, alla pianta dei piedi e ai polpacci, seguiti da affaticamento; peggiora di notte)
- Zincum (gambe senza riposo, irrequietezza, bisogno di muovere le gambe in continuazione)
- Magnesia phosphorica (crampi violenti, iperalgici che migliorano con la frizione o l'applicazione calda locale)

Diarrea
- Antimonium crudum (senso di pienezza gastrica; eruttazione dal sapore del cibo ingerito; vomito alimentare, diarrea con feci miste; lingua bianca)
- Arsenicum album (diarrea nerastra fetida, bruciante l'ano; astenia, disidratazione, debolezza, tremori dopo l'evacuazione; nausea, vomito; sete per piccole quantità di acqua fredda; peggioramento dall'1 alle 3 di notte)
- China rubra ( diarrea indolore, spossante; meteorismo intestinale accentuato)
- Colocynthis (diarrea con dolori crampiformi, spasmodici; pallore, occhi cerchiati; migliora con la forte pressione o piegandosi in due)
- Podophyllum peltatum (diarrea acquosa, spossante con dolori crampiformi, meteorismo, feci abbondanti, giallastre; sensazione di vuoto e grande debolezza dopo la diarrea. Dolore in fossa iliaca destra)
- Veratrum album (diarrea abbondante, improvvisa, con dolori crampiformi e sudorazione fredda; vomito violento; debolezza estrema, disidratazione; sensazione di bruciore interno)

Disturbi digestivi
- Antimonium crudum (negli eccessi quali e quantitativi con senso di pienezza postprandiale; eruttazioni, lingua biancastra)
- Iris versicolor (dispepsia ipersecretiva con bruciore acido)
- Nux vomica ( dolori crampiformi, con nausea vomito e bruciori; cefalea, stipsi, lingua giallastra)
- Robinia psuedoacacia (bruciori gastrici, con acidità notturna; ernia iatale)

Emorroidi
- Arnica montana (nella congestione venosa della regione pelvica e emorroidale); si associa a
- Nux vomica ( emorroidi interne e dolori anali pungenti)
- Acidum muriaticum (emorroidi esterne, azzurrognole, molto dolorose)
- Collinsonia (emorroidi che tendono a sanguinare)
- Aesculus (emorroidi con dolori come punture di spillo
- Aloe (emorroidi esterne bluastre con prurito e bruciore; peggiora il lavaggio in acqua fredda)

Febbre (nei casi di sindrome influenzale)
- Belladonna (febbre ad esordio improvviso, cute calda e arrossata con abbondante sudorazione)
- Aconitum napellus (rapida insorgenza febbrile, con temperatura elevata, sete intensa, assenza di sudorazione; cute calda e arrossata; agitazione psicomotoria; peggioramento a tarda notte)
- Arsenicum album (rapida insorgenza della febbre, che raggiunge temperature medie; intensa sensazione di freddo; l'agitazione psicomotoria si alterna con sensazione di frustrazione; migliora al caldo, peggiora a notte fonda)
- Bryonia alba (lenta insorgenza della febbre, sete intensa, tosse secca e stizzosa, dolori al torace; peggiora con il movimento, migliora con il riposo)
- Eupatorium perfoliatum ( febbre che insorge lentamente, con la sensazione di ossa rotte, sete intensa e sudorazione profusa; i bulbi oculari dolgono e la loro pressione peggiora la sintomatologia come il movimento)
- Gelsemium sempervirens (lenta insorgenza della febbre, sudorazione profusa, senza sete; prostrazione e tremori; cefalea occipitale. Peggiora con il caldo e migliora con il movimento)
- Ferrum phosphoricum (insorgenza lenta della febbre che cresce poco o niente; scarsa sudorazione, sete assente; il volto è alternatamente rosso e pallido. Epistassi; peggiora di notte, con il movimento e al freddo; migliora con applicazioni fredde).

Insonnia
- Ignatia amara (insonnia su base emotiva, con risvegli frequenti e testa piena di pensieri; la distrazione migliora)
- Gelsemium sempervirens (ansia e disturbi nella fase di addormentamento, tremori muscolari e cefalea)
- Coffea cruda ( agitazione ed iperattività mentale portano all'insonnia
- Nux vomica (insonnia con risvegli verso le tre di notte; nausea, stipsi, sonnolenza postprandiale)

Lombalgia e sciatalgia
- Arnica (dolore lombare dopo sforzo o per le modificazioni posturali legate alla gravidanza)
- Kalium carbonicum (dolore lombosacrale costante, con sensazione di cedimento delle ginocchia; il freddo peggiora)
- Ruta graveolens (lombalgia, lombosacralgia, sciatica; peggiora con il riposo, migliora con il movimento)

Nausea gravidica
- Sepia (nausea mattutina, alla vista e all'odore dei cibi; sensazione di vuoto allo stomaco che non migliora mangiando; vomito dopo i pasti; disgusto per il fumo di tabacco; desidera cibi acidi)
- Nux vomica (nausea postprandiale che migliora con il vomito; intolleranza al caffè; lingua impaniata; epigastrio molto sensibile alla pressione; migliora dopo un sonnellino)
- Ignatia amara ( la nausea migliora mangiando e distraendosi; si accompagna a spasmi e aerofagia)
- Ipeca (nausea persistente, violenta, con vomito mucoso e abbondante che non la migliora; prova disgusto per tutti gli alimenti; occhi cerchiati, pallore al volto; assenza di sete; lingua pulita; peggiora con il freddo e il movimento)
- Nux moschata (sonnolenza incoercibile; secchezza della pelle e delle mucose; lingua incollata al palato; assenza di sete)
- Mercurius solubilis ( ipersalivazioni; alito fetido; lingua gonfia, gengivite; desiderio di pane e burro; peggiora la notte)
- Chamomilla (nausea e vomito; eruttazioni dal sapore di uovo marcio; salivazione notturna, sapore metallico, amaro in bocca)
- Cocculus (nausea alla vista all'odore o al pensiero del cibo; flatulenza salivazione)
- Tabacum (nausea con vertigini; sudore vischioso ; continuo desiderio di sputare; migliora con cibi aspri acidi)
- Arsenicum album (nausea alla vista e all'odore degli alimenti in pz debilitata ansiosa ossessionata dall'idea della morte)
- Phosphorus ( esofagite acuta, pirosi, vomito alla vista dell'acqua)
- Veratrum album (vomito violento e sudori freddi in paziente molto debilitata

Stipsi
- Alumina (feci secche; mucosa anale asciutta; mancanza di stimolo; peggiora mangiando farinacei e patate)
- Nux vomica (feci piccole e scarse; stimoli frequenti ma inefficaci; sensazione di non completo svuotamento; sonnolenza postprandiale)
- Bryonia (feci secche; sete abbondante di acqua fredda)

Tosse
- Bryonia (tosse secca e stizzosa con secchezza delle mucose e sete intensa)
- Sambucus nigra (tracheite acuta, tosse soffocante con scarsa espettorazione)
- Drosera rotundi (tosse pertussoide, bronchite asmatiforme)
- Antimonium tartaricum (tosse catarrale di giorno e secca di notte; il muco è denso e giallastro)

 


 
Notizie e Consigli Ginecologo Roma
Trial clinico randomizzato sugli effetti del trattamento osteopatico in menopausa

G. Noccioli, N. Noccioli, S. Graziosi, M. Petracca, O. GambardeLLa, F. Dammando
Studio clinico randomizzato su due gruppi di 10 soggetti ciascuno sugli effetti del trattamento osteopatico sui sintomi della menopausa. I risultati dimostrano che il trattamento osteopatico è in grado di migliorare la qualità della vita nelle donne in menopausa, anche nel lungo periodo dalla fine del trattamento.

Vai all' articolo: Trial clinico randomizzato sugli effetti del trattamento osteopatico in menopausa

Aumento di peso in Gravidanza

L'incremento di peso durante la gravidanza può influenzare la salute della donna immediatamente, ma anche nel futuro suo e del suo bambino. I dati demografici sulla popolazione di donne che rimangono incinte si sono modificati drasticamente negli ultimi dieci anni, in particolare nel Nord America e in molti paesi industrializzati.

Vai all' articolo: Aumento di peso in gravidanza

Emicrania nella Donna

L'emicrania rappresenta una delle forme più comuni di cefalea, manifestandosi in almeno il 12% della popolazione generale. Tra chi ne soffre la maggior parte, circa ¾, sono donne. L'emicrania è una malattia che prevale nel periodo riproduttivo della donna, essa è estremamente sensibile alle variazioni ormonali che occorrono in periodo ovulatorio e mestruale e in corso di gravidanza.

Vai all' articolo: Emicrania nella Donna

Patologie Autoimmuni e Sat Terapia

Le malattie autoimmuni sono patologie causate da una alterata risposta del sistema immunitario che non riconosce più come propri (self) i costituenti dell'organismo e reagisce con la produzione di autoanticorpi o con una reazione cellulare contro ciò che ritiene non-self.

Vai all' articolo: Patologie Autoimmuni e Sat terapia

Agenda della gravidanza

La prima visita dovrebbe avvenire idealmente entro la X settimana. La necessità di un incontro precoce in gravidanza è motivata dal fatto che nel corso della prima visita la donna può chiedere ( e in ogni caso le devono essere offerte) numerose informazioni.

Vai all' articolo: Agenda della gravidanza

Casi di patologia osteoarticolare

La SAT terapia, con sieroproteine tessuto specifiche è stata creata dal genio scientifico del Dott. J. Thomas e resa utilizzabile come è oggi dai prolungati e approfonditi studi dell'immunologa Marirosa Binda sua allieva e collaboratrice.

Vai all' articolo: Casi di patologia osteoarticolare

Sindrome premestruale - Sat terapia

La Sindrome Premestruale (SPM) è caratterizzata dalla comparsa, nella seconda metà del ciclo, di sintomi sufficientemente intensi da determinare alterazione delle abitudini di vita o delle relazioni sociali.

Vai all' articolo: Sindrome premestruale - sat terapia

Allattamento: aspetti fisiologici e relazionali

Dopo il parto il bambino è spinto dal suo bisogno di fusionalità a cercare il contatto con la madre attraverso la suzione del seno, istinto erede dell'abilità di succhiarsi il pollice e le mani acquisita durante il periodo in cui era ancora nell'utero materno.

Vai all' articolo: Allattamento gli aspetti fisiologici e relazionali

Sindrome ovaio policistico

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) costituisce il più comune disturbo endocrino-ginecologico femminile la cui incidenza è stimata intorno al 5-10% delle donne in età giovanile post puberale ed è la causa principale di alterazioni del ciclo mestruale e di anomalie dell'ovulazione.

Vai all' articolo: Sindrome ovaio policistico

Il Tumore al Seno

Care donne che state visitando il sito per puro caso o per scelta, mi piacerebbe iniziare questo articolo in un modo un po' diverso dagli altri, vorrei dire a tutte voi che vi trovate ad affrontare questa o altre difficoltà "…Le anime più forti sono quelle temprate dalla sofferenza. I caratteri più solidi sono cosparsi di cicatrici."
(Kahlil Gibran)

Vai all' articolo: Il Tumore al Seno

Carcinoma Ovarico

Controlli periodici per sconfiggere il carcinoma ovarico. I tumori delle ovaie sono relativamente frequenti, ma nella maggior parte dei casi non si tratta di tumori maligni, bensì di cisti o altre formazioni benigne; un tumore su tre o quattro è invece è natura maligna.

Vai all' articolo: Carcinoma Ovarico

Amenorrea

Il termine amenorrea indica la mancanza di mestruazioni per un periodo maggiore di tre mesi, questa situazione fisiologica in alcuni periodi (l'età pre-puberale, gravidanza, menopausa)può essere il sintomo di un problema.

Vai all' articolo: Amenorrea

Arrivo del menarca

La pubertà inizia con la comparsa dei caratteri sessuali secondari, cioè di quelle caratteristiche fisiche che distinguono i due sessi; in particolare aumento dei peli pubici, sviluppo del seno nella bambina e aumento delle dimensioni dei testicoli, cambio del timbro della voce e crescita della barba nel ragazzo.

Vai all' articolo: Arrivo del menarca

Tecniche di rilassamento per un parto più dolce

A volte può succedere che anche in situazioni più semplici le mamme in procinto di partorire lasciano che il timore di non riuscire a controllare il dolore prenda il sopravvento, e ci si trova a dover intervenire con parto cesareo quando si potrebbe procedere con un parto naturale. Per evitare questo è importante fare tesoro dei consigli che vengono dati durante il corso pre-parto.

Vai all' articolo: Tecniche di rilassamento per un parto più dolce

Omeopatia in Gravidanza

Durante la gravidanza la donna ricerca uno stato di salute generale, evitando il più possibile l'uso di farmaci e rivolgendosi con maggiore enfasi e interesse a terapie alternative che non arrechino danni a sé e al proprio bambino. L'Omeopatia può rappresentare un valido aiuto in molte problematiche che la donna in gravidanza può trovarsi ad affrontare quotidianamente.

Vai all' articolo: Omeopatia in Gravidanza

La SAT-Terapia

La SAT-Terapia (terapia con seroproteine tessuto specifiche) nasce per opera del Dott. Jean Thomas che nel 1931, perfezionando il metodo della terapia d'organo, concepì il suo metodo terapeutico che vede oggi, grazie all'approfondimento e all'azione di perfezionamento della Dott.ssa Marirosa Binda, una strategia terapeutica molto efficace in un numero molto grande di patologie.

Vai all' articolo: La SAT-Terapia

Quando il figlio non arriva - Sterilità e infertilità

La scelta di avere un figlio è da sempre un tappa fondamentale nel lungo processo di crescita e maturazione della personalità adulta dei membri della coppia. Il desiderio genitorialità è il frutto di bisogni e fantasie che però possono scontrarsi con la difficoltà o l'impossibilità di realizzarsi.

Vai all' articolo: Quando il figlio non arriva - Sterilità e infertilità

Ora mangio per due - Alimentazione in gravidanza

L'alimentazione è ormai riconosciuta come la nostra "prima medicina", o per meglio dire la nostra prima fonte di benessere. In gravidanza tale aspetto non va sicuramente sottovalutato, in questo periodo è importante che abbiate delle accortezze nella scelta dei cibi da consumare.

Vai all' articolo: Ora mangio per due - Alimentazione in gravidanza

Il feto ci ascolta

Nel neonato l'udito è molto più sviluppato rispetto alla vista, questo perché fin dagli ultimi mesi di gestazione il feto sente il battito del cuore e il timbro della voce della madre, avverte i rumori più intensi. E' l'esperienza intrauterina che rende il bambino appena nato più sensibile ai suoni, in particolare preferisce quelli ritmici (es. suono carillon) e, come gli adulti è infastidito dai suoni acuti e forti.

Vai all' articolo: Il feto ci ascolta

Endometriosi

L'endometrio è il tessuto di rivestimento della cavità dell'utero, se questo tessuto si localizza e prolifera al di fuori dell'utero si parla di endometriosi. In questa malattia alcune cellule dell'utero arrivano nelle tube, nelle ovaie, nella vagina, ma anche nell'intestino o nella vescica.

Vai all' articolo: Endometriosi

 

Dottor. Giuseppe Noccioli

Specialista in Ginecologia e Ostetricia
Roma

Via Castelfidardo 34
CAP: 00185 Roma
Tel: 06 4281 4211
info@ginecologiaostetricia.it
P.IVA: 07411390581

Social Network

made ,adarte. agenzia di pubblicità powered by ataji realizzazione siti internet